News

Il contrasto della violenza nelle sue diverse forme anche in relazione alla capillarità di diffusione del fenomeno, può avvenire in modo efficace soltanto con la Donnacollaborazione istituzionale e con il sostegno della rete territoriale - nel rispetto della normativa statale e regionale.
Ruolo centrale in chiave antiviolenza è quello svolto dalle famiglie e dalla  scuola che costituiscono i principali ambiti di formazione ed ed ducazione delle nuove generazioni.  La scuola, attraverso l'esperienza e la sensibilità degli insegnanti (curriculari o di sostegno), attraverso le molte attività e le molteplici figure di educatori, è altresì deputata alla lettura precoce del disagio dei minori, al fine di riconoscere i segnali di violenza diretta o assistita e consentire l'immedata interruzione.
Principali alleati delle famiglie e delle Scuole, sono gli Assessorati dei
servizi sociali di Comuni e Province (con figure di supporto quali assistenti sociali, psicologi, assistenti specialistici) che intervengono anche con progetti di aiuto alla persona e con misure di sostegno mirate.
Assai importante sono anche i servizi e le figure delle ASL (Centri di ascolto nelle scuole CIC  -Centri per la salute mentale - Servizi contro le tossicodipendenze -  Servizi di  supporto psicologico -  Servizio materno ed Infantile - Servizio di Neuropsichiatria infantile).
Della rete territoriale di contrasto della violenza fanno parte a pieno titolo le  forze di polizia (carabinieri, polizia, polizia delle comunicazioni), ma anche i vigili urbani, gli uffici speciali investigativi,  gli uffici dei minori delle Questure, il Tribunale Ordinario e quello  dei Minori, il  Garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza della Regione di appartenenza.
Ruolo sempre più importante è quello assunto dal terzo settore (Associazioni, Fondazioni, Onlus, Cooperative)  attraverso la gestione Centri di Ascolto per minori e donne aderenti al 1522 Rete Nazionale Antiviolenza o ad altre reti di supporto, dei Centri Antiviolenza, delle Case rifugio, di Case famiglia, Comunità alloggio e strutture diverse- 
Da segnalare l'attività di associazioni quali Telefono Azzurro, telefono Rosa, telefono Arcobaleno, Comunità di S. Egidio, Save the children, Fondazione Pangea; Croce Rossa, Caritas e molte altre.
Diverse associazioni gestiscono anche direttamente gruppi di auto aiuto, centri caritativi, mense, banchi alimentari.
Indispensabili - per le campagne di sensibilizzazione - ma anche per i progetti di intervento è il ruolo svolto da Enti quali  (CNR - Istituto Superiore di Sanità, Interpol, ma anche dalle grandi organizzazioni internazionali quali ONU, OMS, UNICEF, OHCHR)
Pubblicazioni reti territoriali e violenza

 
 
 

        


Centro Antiviolenza Angelita - Viale L. Canali 1 - 02100 Rieti (RI)