News

violenza20bambiniIl tema della violenza su donne e minori è oggetto di importanti Convenzioni Internazionali e di diversi interventi legislativi sia in Italia che in tutti i paesi europei , nonché di una imponente opera di sensibilizzazione. La consapevolezza collettiva della drammaticità del fenomeno e della sua grande diffusione, ha portato alla nascita di di numeri telefonici di ascolto e supporto , di coordinamenti territoriali e poi dei Centri antiviolenza , delle case famiglia e delle Case Rifugio. Tutte le Regioni e gran parte degli Enti locali hanno realizzato misure e presidi territoriali collegati alle forze di polizie, ai tribunali dei minori o ai servizi sociali territorialmente competenti.
Per violenza domestica si intende quella attuata in ambito parentale tra familiari o ex familiari (sopraffazioni, costrizioni psicologiche fisiche o economiche,sfruttamento, maltrattamenti, violenze fisiche, incesti, stupri, minacce stalking nei confronti delle donne e dei minori) e di sfruttamento, maltrattamenti).
La violenza di genere e sui minori ha peraltro mille forme di espressione anche al di fuori delle mura domestiche e si esprime in ambito scolastico ed nei gruppi di giovani attraverso le deviazioni relazionali di esclusione, denominate bullismo e cyberbullismo, nonché con l’adescamento, la pedofilia, la violenza di genere e lo sfruttamento sessuale, negli ambiti più diversi, in forme tradizionali o sul web. Altre forme di violenza, legate alla criminalità, si concretizzano nella sottrazione di minori finalizzate all'adozione internazionale o al prelievo e commercio di organi.
Nel 1989 veniva varata la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia dalle Nazioni Unite - ratificata dall'Italia nel 1991. Nel 1987 intanto nasceva il telefono azzurro - numero gratuito 196.96 attivo 24 ore su 24 per bambini abusati, maltrattati, che si occupa di minori scomparsi e di pericoli sul web.
Altre realtà come l'associazione siciliana del Telefono Arcobaleno attiva al Numero Verde: 800 025777,  si occupano specificamente del contrasto della pedopornografia e della pedofilia online, con l'obiettivo di segnalare e far chiudere i siti web dei pedofili.
Nel 2006 la Presidenza del Conisiglio dei Ministri – attivava il numero di pubblica utilità 1522,  per l'emersione ed al contrasto del fenomeno della violenza intra ed extra familiare a danno delle donne per fornire ascolto e sostegno alle donne vittime di violenza, offrendo informazioni utili e un orientamento verso i servizi socio-sanitari pubblici e privati presenti sul territorio. Dal 2009, con l’entrata in vigore della L.38/2009 in tema di atti persecutori, i centri aderenti al 1522 hanno iniziato un’azione di sostegno anche nei confronti delle vittime di stalking.
ANTIVIOLENZA DONNE
Antiviolenza donne -  violenza domestica
Antistalking
ANTIVIOLENZA MINORI
Abusi su minori e pedofilia
Diritti dei minori
Nuovi media e cyberbullismo

        


Centro Antiviolenza Angelita - Viale L. Canali 1 - 02100 Rieti (RI)