News

Fiocco Bianco

giornata Internazionale 1522Programma e modulistica
a) Manifesto programma
b) Domanda di partecipazione
c) Consenso privacy
d) Materiale didattico
4° Corso Operatori Sportello Antiviolenza -
Rieti - 14-15-16 settembre 2017  - Piazza Mazzini - Chiostro di Sant'Agostino - Sala delle Colonne -  Per partecipare : Inviare la domanda (entro il 13 settembre) ed il
Consenso  privacy, unitamente a fotocopia documento d'identità e copia bonifico € 20,00 per ciascun partecipante – via email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure via fax al n. 0746/481271 - Stante il numero chiuso - varrà il cronologico di ricezione  - (informazioni 327/8771633 Federica Pace) Estremi per bonifico: Associazione Centro Antiviolenza Angelita – Rieti - Banca di Credito Cooperativo del Velino - Agenzia Rieti IBAN: IT44L0874314600000020302443 – causale: nominativi dei partecipanti +  "4° Corso operatori Sportello antiviolenza" - NB (Il consenso privacy va firmato in ogni sua parte solo nelle colonne laddove si richiede Dò il consenso (il mancato rilascio del  consenso non consente la partecipazione)
Il 4° Corso Operatori dello Sportello di Ascolto - "Violenza: ricerca delle cause e rete territoriale di supporto" ha l'obiettivo di far comprendere il fenomeno della violenza e particolarmente di quella sulle donne e sui minori e formare personale che vogliano collaborare con gli sportelli antiviolenza per il recepimento delle richieste di aiuto e per la valutazione dei bisogni  personali e sociali.
Gli argomenti vengono approfonditi con particolare riferimento ai possibili interventi sulle cause e su tutti quei fattori che concorrono a scatenare atti e comportamenti violenti. Prevenire le cause e cercare di rimuoverle è un lavoro paziente che richiede la comprensione dei comportamenti e delle trasformazioni sociali e del mondo del lavoro, delle dinamiche familiari e lavorative, nonché l'acquisizione di competenze sulla scuola e sul mondo giovanile. Obiettivo non è quello solo della sola denuncia a fatti avvenuti, ma di stroncare il fenomeno della violenza sul nascere, impendendo l'insorgere di nuovi comportamenti violenti.
Spesso i fatti drammatici si scatenano in realtà familiari degradate o fratturate, caratterizzate da vecchie e nuove povertà, dal disagio economico, dalla disabilità e dalle dipendenze. Si registrano anche in rete, laddove molti giovani sono esposti ad atti di bullismo di gruppo o di  cyberbullismo.
Un operatore dello sportello di ascolto deve saper comprendere le situazioni ed i bisogni,  valutare insieme al suo gruppo di lavoro le azioni possibili in una logica di conoscenza profonda della rete territoriale di supporto, al fine di utilizzare principalmente i servizi esistenti, senza duplicazioni. Deve conoscere il funzionamento dei servizi sociali, gli ambiti di intervento delle forze dell'ordine, le azioni legali possibili ed il funzionamento degli uffici dei minori e dei Tribunali dei minori. Deve inoltre conoscere i percorsi di cura e di supporto,  il lavoro dei professionisti psicologi e psichiatri e le varie modalità di ascolto praticate nei diversi contesti, con  taglio teorico-pratico.

A fine corso verrà rilasciato un attestato rilasciato dal Polo Universitario Sabina Universitas che patrocina l'iniziativa. Il Centro Antiviolenza Angelita per il contrasto della pedofilia e della violenza sui minori è un progetto di volontariato professionale promosso dal Rotary Club Rieti con il Lions Club Rieti Flavia Gens e Rieti Varrone, con la AUSL Rieti Servizio Materno Infantile, con La Provincia di Rieti, la Croce Rossa Comitato Provinciale di Rieti, il Comune di Rieti, il Garante dell'Infanzia della Regione Lazio, il Circolo Didattico "Marconi Sacchetti Sassetti", il Liceo Psico Socio Pedagogico "Elena Principessa di Napoli" e con il patrocinio del Polo Universitario Sabina Universitas di Rieti.

 
 

        


Centro Antiviolenza Angelita - Viale L. Canali 1 - 02100 Rieti (RI)